Image 01

Torino

Castello del Valentino - 28 ottobre/7 novembre 2009

Il Prof. Gustavo Colonnetti fu Scienziato di fama europea, Professore Universitario e Rettore del Politecnico di Torino, anticipatore di avanzate teorie nel campo della Scienza delle Costruzioni, Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Accademico delle Scienze.
E’ a lui che si deve l’ideazione del progetto, in collaborazione con l’Ing. Riccardo Morandi e con l’Arch. Piero Gazzola, con cui l'Italia vinse una prestigiosa competizione internazionale lanciata
dall’UNESCO per salvare i Templi di Abu Simbel.

Image 02

Il Cairo - Egitto

Centro Italo-Egiziano Restauro e Archeologia - 6/12 dicembre 2009

“… tali ricchezze, delle quali è già triste dover dire che il rischio di perderle può essere imminente, non appartengono solo alle nazioni che oggi ne sono depositarie. Il mondo intero ha diritto alla loro perennità perché sono parte di un patrimonio comune che comprende tanto il messaggio di Socrate che gli affreschi di Ajanta, le mura di Uxmal che le sinfonie di Beethoven. Ai monumenti di valore universale si deve una tutela universale”.
Così, l’8 marzo 1960, Vittorino Veronese, Direttore Generale dell’UNESCO, lanciò l’appello per il salvataggio dei Templi della Nubia, tra cui quelli di Abu Simbel, che rischiavano di essere sommersi in seguito alla costruzione della Grande Diga di Aswan.

Image 03

Alexandria - Egitto

Biblioteca Alessandrina - 10/23 gennaio 2010

Fu necessario aspettare fino al 1964 per dare inizio, secondo il calendario previsto, allo smantellamento dei Templi di Abu Simbel. René Maheu, Direttore Generale dell’UNESCO, dichiarò: “Non è la prima volta che la generosità umana si mobilita per una nobile causa; è invece la prima volta che un movimento di solidarietà internazionale si sviluppa con una tale ampiezza nel campo della cultura”. Abu Simbel diventò non solo una testimonianza, ma il simbolo del salvataggio dei Templi della Nubia.